“Divenne per me, e lo è tuttora, un esempio da emulare, nel lavoro come nella vita, per il profondo senso del dovere e per l’onestà incondizionata di cui è stato instancabile testimone.
 
A lui dobbiamo, e io mi sento primo debitore, un esempio di bontà autentica e disinteressata, di brillante intelligenza messa al servizio dell’Arma e del proprio Paese, di ricerca instancabile della verità e di amore appassionato per l’Arte”.
 
Santino Carta

Generale

Generale Pio Alferano

Pio Alferano

22 ottobre 1919 - 11 ottobre 2010